domenica 25 giugno 2017

domenica 25 giugno 2017

MENU

Catania, gli esercenti di "Via Santa Filumena riunita" chiedono di poter gestire il decoro del polo enogastronomico etneo


Territori

Chiedono "più attenzioni" da parte del comune di Catania gli esercenti di via Santa Filomena che, si sono riuniti martedì scorso per presentare un progetto di riqualificazione della via divenuta, ormai da qualche anno, polo enogastronomico della provincia etnea. Alla presenza dell'assessore al Commercio Nuccio Lombardo e dell'assessore all'Urbanistica Salvo Di Salvo sono state avanzate alcune richieste in merito alle autorizzazioni per il suolo pubblico permanente, maggiori controlli della polizia, il rispetto delle regole. E ancora la chiusura al traffico della via, che di fatto dal punto di vista prettamente legislativo risulta già isola pedonale ma purtroppo il divieto di accesso non viene rispettato, pertanto si chiede la chiusura fisica con apposizione di paletti e catene o piante o altro tipo di dissuasore che impedisca il passaggio di motorini macchine e camion

Il progetto di riqualificazione stilato invece dai commercianti e a costo zero per il Comune, si propone l’obiettivo di migliorare e abbellire la via Santa Filomena. Ecco come.

Andrea Graziano parla a nome degle esercenti di Via Santa Filomena riunita

Installazione di vasi, fioriere e piante tutte uguali per creare un design coerente per tutta la via. Istallazione di cestini per i rifiuti e posacenere, posizionamento di panchine e altri elementi di arredo urbano atti a valorizzare il decoro e l’estetica della via. Sistemazione agli estremi della via di segnaletica indicante le attività commerciali ed i servizi offerti ai visitatori. Realizzazione di una rete wi-fi che permetta l’accesso alla rete interna a tutti coloro si trovino a fruire dei servizi presenti nella strada. Installazione di telecamere a circuito chiuso (con apposizione dei relativi cartelli che ne segnalino la presenza), che permettano una sorveglianza 24 ore su 24 al fine di prevenire eventuali atti di vandalismo o di illegalità.

Inoltre, all’interno del progetto, vi è la previsione di realizzare un programma di pulizia straordinaria mensile oltreché quella quotidiana della strada, la manutenzione e la gestione di tutti i dispositivi e gli arredi collocati sarebbero a carico dei gestori dei locali

«E' una via sempre piena di gente e di bambini e, nonostante la pedonalizzazione, si vedono sfrecciare motorini a tutta velocità che provocano incidenti. L'ultimo episodio ai danni di un anziano preso in pieno da uno scooter», ha dichiarato uno dei commercianti Andrea Graziano, titolare di ben tre locali Fud, Fud Off e Il Sale Art Cafè.

«Gli esercenti di 'Via Santa Filomena riunita', si impegnano a realizzare il progetto totalmente a proprio carico e nel totale rispetto delle norme che regolano il codice della strada, senza quindi occupare spazi della carreggiata superiori a quelli previsti dal regolamento lasciando quindi lo spazio di metri 3 per il transito di mezzi di soccorso - dichiarano - Chiediamo dunque al comune semplicemente le autorizzazioni per il suolo pubblico permanente per ubicare fioriere ed arredo urbano in prossimità dei marciapiedi».

Grande disponibilità a chiusura dell'incontro da parte degli assessori presenti. «Sono richieste che hanno il fine di abbellire e creare maggiori controlli sulla strada e rendere più decoroso questo luogo che grazie al loro lavoro è diventato uno dei più importanti palcoscenici culturali della città", ha dichiarato Di Salvo che ha promesso già, in giornata, di fare arrivare 4 transenne. L'assessore Lombardo ha ribadito anch'egli l'interesse a organizzare una conferenza di servizi per stabilire tutta la viabilità della zona. L'appuntamento è tra una settimana per verificare che le "prime promesse" siano state mantenute.


© Riproduzione riservata
Pubblicato il 13 maggio 2017