sabato 23 settembre 2017

sabato 23 settembre 2017

MENU

1

Installato Al Capo il Monumento a Franco e Ciccio

Territori

L'opera-monumento dedicata a Franco Franchi e Ciccio Ingrassia, ideata dal Laboratorio Saccardi (Vincenzo Profeta e Marco Leone Barone) è stata realizzata grazie al finanziamento della compagnia di navigazione GNV e al contributo dei donatori digitali


di Redazione SicilyMag

Rivivere la comicità nata nei vicoli di quella Palermo popolare che ancora oggi traspare nei ricordi d'infanzia di diverse generazioni; riqualificare il tessuto urbano attraverso l’arte “partecipata”; supportare un percorso di condivisione partendo dal sorriso dei bambini; colorare il quartiere Al Capo di Palermo che si muove zoppicando tra basolati, viuzze e suggestioni del più tradizionale mercato. Il monumento dedicato al duo comico Franco Franchi e Ciccio Ingrassia ha questo scopo: riattivare, attraverso un’opera di arredo urbano contemporaneo, quel senso di innocenza e di allegria - tipica della coppia siciliana – in un luogo che da anni versa in stato di semi-abbandono. Sabato 8 aprile in Piazza Capo è stato consegnato il Monumento ideato dall’Associazione Laboratorio Saccardi, promosso dalla piattaforma di crowdfunding Laboriusa.it e realizzato grazie al finanziamento della compagnia di navigazione GNV e al contributo dei donatori digitali.

Monumento a Franco e Ciccio

Frutto di un processo virtuoso di grande rigenerazione territoriale, l’opera è stata ultimata e presentata oggi alla comunità che non solo ha visto nascere tra le strade storiche del capoluogo, le scene più divertenti e le indimenticabili smorfie dei due attori, ma ha anche partecipato attivamente alla raccolta fondi online avviata lo scorso settembre suLaboriusa, prima piattaforma siciliana ideata per sostenere progetti civici, etici e solidali.
Presente alla cerimonia il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, da sempre legato all’ironia senza eguali nella storia della cinematografia di Franco Franchi e Ciccio Ingrassia influenzata dalle “abbanniate” dei venditori degli storici mercati. «Ancora una volta – ha dichiarato – grazie alla sinergia fra pubblico e privato, Palermo tributa un omaggio a Franco e Ciccio, grandi artisti icona della cultura popolare siciliana e nazionale. Dopo la piazza a loro dedicata, un'opera collettiva che diventa parte integrante del percorso di rinascita del centro cittadino, che affrontiamo volentieri accompagnati dal sorriso di questi due nostri artisti».

A raccontare l’iter del progetto, la sua nascita e sviluppi sono stati gli artisti palermitani Vincenzo Profeta e Marco Leone Barone accompagnati dal vice presidente della I Circoscrizione Ottavio Zacco: «I monumenti di solito sono imposti, nelle piazze e negli spazi pubblici ritroviamo eroi, miti e architetture del risorgimento, del fascismo o della resistenza, imbalsamati e senza anima, che spesso nulla hanno di popolare – spiegano gli artisti di Laboratorio Saccardi – quest’opera vuole invece restituire quel fascino misterioso e persino esoterico che il duo palermitano ha, senza perdere la visione incantata data da un maestro come Comencini, per un pubblico di grandi e piccoli. Franco Franchi uomo da ghetto del quartiere Capo con una comicità innata e Ciccio Ingrassia rappresentante di quella piccola borghesia che cerca disperatamente di sbarcare il lunario, sono il simbolo di una Palermo che fu e che è ancora, cresciuta forse troppo in fretta ed intimidita dagli spari e dalle esplosioni e della morte di un altro duo, però di magistrati. Questo monumento vuole essere un monumento a quell'innocenza, un monumento a due uomini del Sud, ma anche a due italiani, nel bene o nel male vincenti e positivi che hanno cresciuto generazioni di bambini».

Tutto ciò è stato reso possibile anche grazie al finanziamento da parte di GNV - Grandi Navi Veloci – una delle principali compagnie di navigazione del Mar Mediterraneo – nato dal suo continuo impegno sul territorio siciliano e dal desiderio di poter compiere, attraverso uno strumento innovativo come il crowdfunding, un gesto concreto a favore della collettività: «GNV ha un forte legame con Palermo fin dalla sua creazione, nel 1992: nel corso degli anni la nostra Compagnia ha ulteriormente rafforzato la sua presenza nel porto e nella città, aumentando le linee, investendo nei terminal e nella formazione di personale qualificato sul nostro meraviglioso territorio – ha dichiarato durante la cerimoniaAntonino Ilardi, Port Operations Manager della Compagnia a Palermo – L'opportunità di partecipare a questo crowdfunding per realizzare il monumento dedicato a Franco Franchi e Ciccio Ingrassia, e a tutto il quartiere Capo è per noi motivo di orgoglio, per ribadire ancora una volta quanto le nostre radici siano profonde nel tessuto di questa città.»

Donazione su donazione, l’iniziativa ha rappresentato un vero e proprio movimento di cittadinanza attiva, raggiungendo un risultato tangibile che supera ogni logica business e che racchiude i punti di forza del portale web laboriusa.it: «Abbiamo sin da subito sposato il progetto di Laboratorio Saccardi – spiega Assia La Rosa, founder di Laboriusa –quale simbolo di impegno civico che “dal basso” trae la sua più grande ispirazione. Siamo davvero orgogliosi di aver raggiunto l’obiettivo, dimostrando che il crowdfunding anche in Sicilia può fare la differenza».


© Riproduzione riservata
Pubblicato il 09 aprile 2017
Aggiornato il 10 aprile 2017 alle 15:55





TI POTREBBE INTERESSARE

Alla (ri)scoperta della Collina storica di Paternò, cuore della Sicilia antica

L'Acropoli paternese è un unicum perché in soli 500 metri sono condensati millenni di storia visibili e documentabili sul piano architettonico ed archeologico, dal periodo romano passando per il Medioevo normanno. Una realtà policentrica che va letta sul piano storico, geo-culturale e paesaggistico nella sua interazione con la Valle del Simeto e l'Etna

Riapre a Catania la storica Villa del Grado, ospiterà un negozio

Dopo otto lunghi anni di restauro riapre al pubblico l'opera Liberty di corso Italia progettata dall'ingegnere Agatino Atanasio tra il 1903 e il 1908. La struttura, integra nel suo assetto originario, ospiterà un noto brand di abbigliamento e accessori

Una diretta facebook per mostrare i gioielli di Casa Verga a Catania

Martedì 2 maggio, poco dopo mezzogiorno, sulla pagina social del Polo Regionale per i siti culturali di Catania sarà visitabile in diretta la storica dimora dove lo scrittore de "I Malavoglia" visse e morì. A introdurre virtualmente tra i 9 ambienti di Casa Verga sarà Maria Busacca, catalogatrice presso il Museo interdisciplinare. In collegamento una scuola di Bologna

Nel week-end di Pasqua aprono al pubblico le Stanze dell'Abbate

Al Monastero dei Benedettini di Catania aprono per la prima volta al pubblico, grazie alla sinergia tra il Disum e Officine Culturali, le stanze affrescate nel XVIII secolo

I lampadari della Casina Cinese tornano all'antico splendore

Grazie alla sinergia pubblico-privato che ha visto coinvolto Il Gioco del Lotto, venticinque lampadari settecenteschi della Casina Cinese, all'interno del Real Parco della Favorita, sono stati oggetto di un restauro conservativo e ricollocati nelle postazioni originarie. L'11 e il 12 febbraio si celebra il restauro con un grande evento organizzato in collaborazione con Le Vie dei Tesori

Il villaggio Le Rocce di Taormina affidato ad Antonio Presti

Sarà il mecenate di Fiumara d'Arte a far rinascere attraverso l'arte un luogo meraviglioso ma abbandonato per oltre 50 anni