sabato 27 maggio 2017

sabato 27 maggio 2017

MENU

In cucina

Nino ‘u Ballerino è l'Italia al 50° dell'Israel Chef Association

Il focaccere palermitano in Israele con i più autorevoli esponenti del panorama gastronomico internazionale

Ultima modifica 06 aprile 2017 16:50

Accursio Craparo, l'artista dei piatti che profumano d'infanzia

Lo chef saccense di nascita e modicano d'azione, tra le new entry degli stellati della guida Michelin 2017, si diverte a cucinare con levità e gioco, e in cucina ritorna il dodicenne che aiutava la madre a preparare il pranzo della domenica reiventando anche le pietanze più semplici: dal pane con la cipolla all'uovo alla coque

Ultima modifica 16 dicembre 2016 21:03

Bottura: «Perché la Sicilia non è la capitale del mondo?»

Lo chef modenese, incoronato a New York come miglior cuoco del mondo dalla classifica The World's 50 Best Restaurants, ha visitato la Sicilia in occasione dell'evento promosso da Le Soste di Ulisse, l'associazione che riunisce le eccellenze dell'enogastronomia isolana: «Mi sono detto, questo è il paradiso!»

Ultima modifica 02 dicembre 2016 17:08

Santoro: «Nel menù metto il profumo dei piatti di mia nonna»

Parla lo chef del resort Shalai di Linguaglossa che grazie alla sapiente arte culinaria del trentaduenne cuoco etneo ha ricevuto la stella Michelin 2016. Tra le sue "armi" il rispetto della materia prima, quella di stagione e del suo territorio. «Ogni mio piatto nasce da un ricordo. Se ricordo il profumo di un piatto preparato da mia nonna cerco di riproporlo con nuove tecniche»

Ultima modifica 03 novembre 2016 19:00

Fabio Potenzano: «Ho la Sicilia nel cuore e nel piatto»

Tra gli ospiti del recente "Cibo/Nostrum", lo chef palermitano, seppur da anni lavora a Verona, ha sempre saldo il legame con le sue radici. Da tre anni rappresenta l'Isola nel programma televisivo "Detto fatto" di Caterina Balivo: «Voglio contribuire alla valorizzazione della nostra Sicilia. Ha tutto, dobbiamo semplicemente creare rete

Ultima modifica 06 giugno 2016 12:07

Daniele Vaccarella:
«Il futuro della pizza è gourmet»

Il pizzaiolo de La Braciera, riconosciuto con i "tre spicchi" dal Gambero Rosso, è stato il primo a usare farine integrali e lievito naturale nel mondo della pizza palermitana. Mosso dalla necessità di ripensare la pizza, con l'amico e collega Giuseppe D’Angelo ha creato la Scuola Maestri Pizzaioli Professional che oggi conta cinque sedi in Sicilia e una a Nizza

Ultima modifica 19 febbraio 2016 19:42
  123